Inverter fotovoltaici con accumulo

I sistemi di accumulo di energia permettono di accumulare l’energia prodotta dall'impianto fotovoltaico in modo da poterla riutilizzare nei momenti in cui l’impianto ftv non produce energia, come ad esempio di notte. Questi sistemi consentono di diventare autosufficienti dal punto di vista energetico, e grazie al progresso tecnologico nel campo delle batterie per l’accumulo d’energia, sono sempre più efficienti ed economiche.

Come funzionano? L’energia che viene prodotta dall'impianto ma che non viene consumata subito, viene accumulata in apposite batterie. Nei momenti in cui l’impianto fotovoltaico non produce energia elettrica, come ad esempio nelle ore serali e notturne, l’accumulatore immette nella rete domestica l’energia elettrica precedentemente accumulata. 

I sistemi di accumulo hanno specifiche tecniche diverse adatte al tipo di impianto fotovoltaico:

a) sistema fotovoltaico con accumulo utilizzato in presenza della rete elettrica pubblica

b) sistema fotovoltaico stand alone, per servizio isolato


Batterie di accumulo per impianti fotovoltaici grid connected

Le batterie di accumulo per impianti fotovoltaici grid connected hanno sempre un funzionamento continuo e sono gestite da una centralina di controllo elettronico di tipo intelligente, in grado di capire se l’energia prodotta dall’impianto FTV deve essere immagazzinata nelle batterie di accumulo oppure se deve essere incanalata per l’autoconsumo o se deve essere immessa in rete, perché surplus, questo permette di rendere il più possibile autonoma energeticamente la residenza in cui è installato l’impianto fotovoltaico.

Ci sono diverse soluzioni per lo storage domestico abbinato a un impianto FV: sistemi all-in-one con inverter e batteria integrata, oltre a sistemi componibili con batterie esterne. 

Un sistema all-in-one offre alcuni vantaggi: sono compatti, con un minimo ingombro e facili da installare su impianti di nuova realizzazione. C’è una sola “scatola” che contiene un inverter fotovoltaico con batteria integrata al litio e dispositivo d’interfaccia. Tra le soluzioni delle marche più note proponiamo ABB React, SMA Smart Energy, Growatt eSamsung SDI.

Un sistema di accumulo componibile. Un sistema del genere ha un principale punto di forza nel paragone con un accumulo inverter/batteria integrata, è configurabile in modo più preciso e secondo i profili di carico del cliente; Tesla o LG Chem sono tra l principali accumuli di batterie in uso.

Batterie di accumulo per impianti fotovoltaici ad isola

L’impianto fotovoltaico di tipo stand alone è il sistema di approvvigionamento di energia solare che porta all’estremo significato il concetto di autoconsumo. Nel fotovoltaico stand alone, infatti, anche conosciuto come impianto ad isola o impianto off­ grid, l’impianto è completamente indipendente dalla rete di distribuzione elettrica, non presentando alcun collegamento con essa.
 In questo modo, l’impianto diventa interamente autosufficiente.

Quando conviene installare un impianto ad isola? 

L’impianto stand alone così concepito viene principalmente utilizzato per alimentare le utenze che si trovano in posizione relativamente isolata, come un rifugio di montagna o una casa di campagna. In questo tipo di utenze, infatti, l’allacciamento alla rete elettrica pubblica potrebbe risultare impossibile o eccessivamente dispendioso e l’impianto ad isola rappresenta un’opzione assolutamente efficiente, economica ed ecologica. Anche in ambito urbano l’impianto ad isola può tranquillamente trovare applicazione, sebbene sia consigliabile un’accurata analisi dei costi. Infatti, in un contesto simile potrebbe risultare conveniente un impianto di tipo on grid, che preveda l’utilizzo di un sistema di accumulo senza, però, rinunciare all'allacciamento alla rete elettrica. In questo modo, l’energia accumulata nelle batterie coprirebbe soltanto una parte del fabbisogno serale e notturno, mentre il resto dell’energia elettrica sarebbe fornito all'utente direttamente dall'impianto fotovoltaico. 

© Copyright Live Energy srl